Se dall’Amore nasce una destinazione da sogno: Don Venerando, la Royal Suite di DonnaCarmela

Set 12, 2017

Sognare è uno dei passatempi preferiti dagli innamorati.

Fantasticare sul futuro, immaginare di vivere insieme, lontani dalla solita routine in una casa arredata con uno stile urban piuttosto che classico o, magari, in un vecchio casolare di campagna circondati dalla natura e dalla tranquillità.

A chi non è mai successo? Noi di DonnaCarmela scommettiamo che, almeno una volta nella vita, che siate stati da soli o in compagnia del/lla vostro/a partner, vi è capitato di progettare il domani e di sperare di realizzare almeno alcuni dei vostri desideri.

Sapete, esiste una coppia che tutto questo lo ha fatto: prima hanno immaginato, poi lavorato sodo e, infine, realizzato i propri progetti dando vita a destinazioni indimenticabili e diventate un cult del viaggio per eccellenza nella Sicilia Orientale. Stiamo parlando di DonnaCarmela, ma anche di Don Venerando, la Royal Suite da sogno a pochi passi dal boutique hotel dedicato alla Signora Carmela Torrisi Faro.

 

 

Una pietra preziosa incastonata tra il Monte Etna e il Mar Ionio, perfetta per gli amanti del luxury travel che vogliono concedersi un soggiorno diverso, circondati da tutti i comfort, da un personale altamente qualificato tra cui uno Chef e un maggiordomo, e accolti dalla bellezza della natura incontaminata della Riviera Ionica.

Don Venerando è una villa splendidamente ristrutturata e arredata con cura, in un’atmosfera informale e rilassante, arricchita dalle acque cristalline del mare e dal clima sempre clemente e piacevole. Alla fine del giardino, è impossibile non subire il fascino della piscina, del panorama e dei dettagli architettonici scelti con grande cura; tutto questo e molto altro ancora rendono Don Venerando un rifugio perfetto, un nido incantevole da vivere appieno nella pace dei sensi.

 

 

Vi auguriamo di fare tanti sogni e di farli insieme a qualcuno di importante. Magari con noi.

Vi aspettiamo da Don Venerando per un sogno che non deve essere interpretato, ma solo vissuto.